Iniezioni e aghi per trattare il dolore al coccige

Iniezione di corticosteroidi

Questo è il primo trattamento standard una volta che è stato stabilito che il coccige è la fonte del dolore. Le iniezioni di corticosteroidi (cortisone o un altro farmaco anti-infiammatorio) sono simili a quelli effettuate per il trattamento del gomito del tennista. La maggior parte delle persone rilevano che l'iniezione peggiora il dolore per una settimana o giù di lì, e può richiedere fino a due settimane per un reale beneficio. Il sollievo dal dolore può essere completo e permanente o meno. Le iniezioni possono essere ripetute, anche se diversi medici consigliano in modo diverso: alcuni non ne faranno piu' di 2 o 3, altri 10 o più, distribuite nel corso di mesi o anni. Ho sentito di una donna che ha avuto più di 50 iniezioni in oltre 9 anni. Il suo anestesista non ritience che sia un problema fintanto che sono efficaci.

Se queste iniezioni danno qualche sollievo, anche se parziale e temporaneo, è considerato come un segno che la chirurgia abbia buone probabilita' di essere efficace.

Un punto importante da notare è quello rilevato dal dottor Maigne, che ha mostrato che la metà delle persone con dolore al coccige hanno un coccige che perturbato o che si muove al di fuori del normale asse di movimento quando il paziente si siede. Dice che se il trattamento con l'iniezione ha successo, 'la mobilità anomala, se presente, rimane, ma cessa di essere dolorosa.' Quindi questo trattamento non cura la causa originale del dolore, ma elimina la reazione di dolore alla causa originaria.

Ho incontrato tre versioni di questo trattamento. La prima e' la più semplice e può essere effettuata nell'ambulatorio del medico, ma è meno efficace rispetto alle altre due versioni.

  1. Iniezione intorno al coccige. Nello studio riportato in Coccydynia. Aetiology and treatment, gli autori dicono di iniettare nei tessuti intorno al coccige, ma non nell'articolazione tra il coccige e il sacro. In un primo momento il corticosteroide agisce come irritante, e si rischia di stare peggio per alcuni giorni prima di sentirsi meglio. Il sollievo dalla coccidinia non è immediato, ma può avvenire nell'arco di più giorni o settimane. L'articolo riporta successo iniziale nel 60% dei pazienti e successo di lungo termine nel 45%.
  2. Iniezione intorno al coccige con manipolazione. In questa versione, il medico inietta prima l'anestetico e i corticosteroidi, e poi manipola il coccige per circa un minuto. Questo trattamento viene fatto con una leggera anestesia generale per evitare che la si senta il dolore e per permettere al medico di fare un lavoro più approfondito. Il lavoro di cui sopra rileva successo iniziale nell'85% dei pazienti e successo di lungo termine nel 60%.
  3. Iniezione nell'articolazione. Il Dottor Jean-Yves Maigne, autore di Treatment strategies for coccydynia, inietta direttamente nell'articolazione interessata, piuttosto che nei tessuti intorno al coccige. Egli dice: 'Per me, il primo trattamento è un'iniezione di anti-infiammatori (steroidi) nell'articolazione interessata, così come individuata dalla radiografia dinamica [seduta / in piedi]. Questo può essere fatto solo sotto controllo fluoroscopico [raggi x]. Il risultato si verifica entro una settimana e offre da due a quattro mesi di sollievo nel 60 al 70% dei pazienti e il recupero totale (a un anno) nel 30%. Nonostante vi sia un rischio teorico di infezione locale, ho effettuato più di 500 iniezioni in 8 anni senza alcun problema. Nel 10% dei casi, vi è un marcato dolore post-iniezione per un paio di giorni.'

Il farmaco iniettato è normalmente denominato 'cortisone' o 'corticosteroide'. Viene utilizzato un corticosteroide che dura per diverse settimane, come il metilprednisolone (nome commerciale Depo-Medrone e Solumedrol). Un anestetico locale è iniettato nello stesso tempo per ridurre il dolore da lividi e permettere di tornare a casa e sdraiarsi. Un paziente, BJ, ha detto che il suo anestesistas gli ha dato Aristocort perche' è il farmaco preferito per tale area intrarticolare. Aristocort (nome del farmaco generico triamcinolone) è un corticosteroide che riduce il gonfiore e riduce la risposta immunitaria del corpo. Ha anche somministrato marcaina, un anestetico locale di breve termine. Ma lei era stata meglio con un precedente anestesista che le aveva dato iniezioni di Aristocort con Solumedrol. Ha detto: 'Il Solumedrol ti impedisce di essere così dolente dopo le iniezioni (il momento in cui ti senti come se qualcuno ti ha preso a calci nel sedere per circa una settimana o due.) Tale miscela funziona davvero bene.' Secondo un sito medico, il metilprednisolone viene somministrato a pazienti con lesioni al midollo spinale per tentare di diminuire l'entità del danno.

L'iniezione di anestetico locale

Il Dr Clemens Franzmayr, autore di Therapies successful on pain in coccygeal area dice: 'Io non inietto corticosteroidi, ma uso un anestetico locale (lidocaina 1%), e lo inietto ripetutamente fino a cinque volte. E 'stato dimostrato in tutto il mondo che le iniezioni di anestetico locale nei trigger points hanno gli stessi risultati delle iniezioni di cortisone o del dry needling, ma non hanno praticamente effetti collaterali.''

L'iniezione di soluzione irritante (proloterapia)

Un trattamento di riparazione del legamento chiamato proloterapia o scleroterapia è stata utilizzato per la coccigodinia. Esso consiste nell'iniettare una soluzione irritante (che può essere solo una soluzione di glucosio) nel legamento e nell'interfaccia legamento/osso, e si sostiene che l'infiammazione che provoca risulta in legamenti più corti e più forti. In prima battuta, questo sembra essere particolarmente adatto per i casi di coccigodinia causati da legamenti danneggiati. Ma questo metodo non è generalmente visto di buon occhio dalla classe medica, che sostiene che non è un metodo provato.

Sette persone che hanno avuto questo trattamento mi hanno contattato e due hanno avuto esperienze negative. Uno disse che il trattamento l'aveva lasciato su una sedia a rotelle per 6 settimane e l'altro ha detto di essere tornato indietro di 9 mesi. Altri tre hanno rilevato che ha ridotto significativamente il dolore Altri due pazienti non hanno trovato nessun miglioramento significativo. Uno ha detto che "le prime 2 iniezioni sembrava promettenti ... sicuramente i miei legamenti non sono così rilasciati ora ... ma il dolore al coccige è rimasto e ancora non riesco a sedermi".

Una pubblicazione di Polsdorfer dà conto del successo del trattamento con proloterapia di due persone il cui dolore al coccige non è stato curato da altri trattamenti. Uno studio piu' dettagliato della proloterapia con destrosio di Khan et al ha rilevato che 30 dei 37 pazienti hanno ricevuto buon sollievo dal dolore con questo metodo, mentre gli altri 7 non si sono trovati peggio di quando hanno cominciato. Si noti che i pazienti selezionati per la prova non includevano alcun dolore al coccige risultato da trauma o sublussazione (lussazione) del coccige. Il Dott. Khan mi ha detto che la proloterapia ha avuto meno successo nei casi di dolore al coccige causata da trauma.

I medici che sostengono questo trattamento dicono che è importante che venga effettuato da qualcuno che sia adeguatamente formato. Quindi se decidete di provarlo, assicuratevi di chiedere al medico che formazione ha avuto, quante persone ha trattato con proloterapia e con quale successo. Si noti inoltre che un paziente ha sottolineato che lo scopo del trattamento è quello di creare irritazione, per cui è importante evitare antidolorifici che riducono l'infiammazione mentre si effettua la proloterapia. Se evete avuto questo trattamento, per favore fatemi sapere il risultato.

Dry needling (agopuntura e stimolazione intramuscolare)

'Dry needling' significa che un ago viene inserito, ma nulla viene iniettato.

Agopuntura

L'agopuntura si basa su una pratica tradizionale cinese. Gli aghi vengono inseriti nel corpo in punti specifici, in genere non i luoghi del dolore. Mentre sono in posizione, gli aghi possono essere ruotati o collegati a un alimentatore a bassa tensione. E 'stato suggerito che l'agopuntura può stimolare il corpo nella produzione di endorfine (antidolorifici naturali), o che una stimolazione del sistema nervoso e' in grado di bloccare i segnali in un altro percorso. La maggior parte delle persone che mi hanno scritto che hanno provato questo metodo hanno ottenuto sollievo solo parziale e temporanea.

Stimolazione intramuscolare (IMS)

Questo è un trattamento per il dolore cronico che comporta l'inserimento di aghi sottili tipo di agopuntura nei muscoli presso il sito del dolore, che secondo i medici sarebbero supersensibili e accorciato. In un primo momento si prova disagio, poi il muscolo si rilassa. Il trattamento viene utilizzato per vari tipi di dolore tra cui mal di schiena e il dolore causato dalla perdita di un braccio o una gamba. Una media di 8 trattamenti sono sono effettuati a intervalli settimanali. I medici, osteopati, ecc che effettuano questi trattamenti rilevano che sono spesso efficaci per il dolore di lunga data. Nessun studio del trattamento per qualsiasi tipo di dolore e' stato pubblicato in una rivista medica, per quanto mi risulta, ma un test è stato pubblicato su internet, Dry-Needling of Muscle Motor Points for Chronic Low-Back Pain. Uno studio clinico e' stato iniziato a Addenbrookes Hospital, Cambridge, UK. Maggiori dettagli su IMS si trovano sul sito Intramuscular Stimulation e il sito GEMT site.

Mesoterapia

La mesoterapia è un metodo per trattare il dolore inventato in Francia che comporta molte piccole iniezioni. Le iniezioni sono fatte proprio sotto la pelle con aghi corti e un iniettore elettronico. Iniezioni di piccole quantità di farmaci sono fatte sul luogo del dolore. Ci sono molti medici praticanti in Francia. Negli Stati Uniti la mesoterapia è stata adottata principalmente come un trattamento cosmetico, con l'obiettivo di distruggere le cellule di grasso.

Come funzionano aghi e iniezioni nel sollievo dal dolore?

A mio parere, il modo in cui i quattro trattamenti con aghi discussi in precedenza funzionano è molto poco compreso e sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore. Questo non vuol dire che non funzionano, ma le spiegazioni fornite sul loro funzionamento sono contraddittorie. Se potessimo capire bene come funzionano, allora forse potremmo decidere quale sia il trattamento migliore, trovare migliori cure, o evitare spiacevoli effetti collaterali. Tutti questi trattamenti comportano di infilare un ago nella zona dolorante, ma diversi liquidi o nessuno liquido vengono iniettati e tutti dichiarano di ridurre il dolore. Esiste anche un trattamento per la lombalgia iniettando la tossina botulinica, che ha dimostrato di essere efficace. Forse dovrei aggiungerlo alla lista.

Si ritiene che i corticosteroidi lavorino riducendo la risposta infiammatoria del corpo. Il ragionamento sottostante la proloterapia è esattamente il contrario: è destinata a provocare danni e causare una risposta infiammatoria, nella convinzione che ciò porterà il corpo a riparare la lesione originale. Inserire aghi nella zona dolorosa, come nella stimolazione intramuscolare, dovrebbe rilassare i muscoli ipersensibili e accorciati, anche se perche' infilare un ago nei muscoli dovrebbe rilassarlinon è chiaro. Il Dry needling dei punti motori del muscolo sembra essere sotteso da un simile ragionamento per quanto ne posso capire.

Quindi tanti trattamenti simili hanno spiegazioni molto diverse. Davvero funzionano nello stesso modo?

Vi è qualche evidenza che il danno ai tessuti è almeno una parte della storia. I medici hanno curato le lesioni ai legamenti, quali il gomito del tennista (che si suppone sia simile a molti casi di coccigodinia) con ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, come quelli usati per rompere i calcoli renali. Questo provoca danni ai tessuti. I medici dicono che forse danneggiare i tessuti provoca la formazione di nuovi vasi sanguigni, promuovendo la guarigione. Questa è una spiegazione diversa da quella avanzata per la proloterapia, anche se in entrambi i casi l'oggetto del trattamento è quello di causare un danno, che se suppone poi che per qualche meccanismo produca un cambiamento del tessuto che porta a una riduzione del dolore.

Il fatto che molti di questi trattamenti sembrano causare danni ai tessuti solleva la questione se le iniezioni di corticosteroidi funzionano perché possono causare danni, invece di, o forse così come, a causa del farmaco che utilizzano. Sarebbe molto utile saperlo, perché ai medici non piace fare troppe iniezioni di corticosteroidi. If Se gli apporti di glucosio, anestetico locale, o niente del tutto (dry needling) fossero efficaci quanto i corticosteroidi, si potrebbe permettere ai pazienti di ricevere molti piu' trattamenti senza i rischi dei corticosteroidi. Ciò di cui abbiamo bisogno è uno studio medico che metta a confronto i vari metodi, incluso quello della tossina botulinica. E abbiamo bisogno di dettagliate ricerche per capire perché i trattamenti funzionano.

Aggiornato il 2008-04-20

Che cosa è la coccidinia? | Indagini e diagnosi | Terapie | Trovare un medico o uno specialista

Pubblicazioni scientifiche | Esperienze personali