Gran parte dei miei disturbi sono rientrati

Patrizio - patrizio.moroni@alice.it

Aggiornato 2017-02-19

I miei problemi sono iniziati nel lontano 2013 quando, al rientro dalle vacanze estive, ho ripreso i miei allenamenti in mountain bike, attività sportiva effettuata in maniera intensa.

All'inizio il fastidio che accusavo sembrava potesse essere indicativo di un'infiammazione prostatica, poiché i sintomi erano compatibili proprio con una prostatite. Tuttavia, dopo il trattamento farmacologico e la remissione dei sintomi, ho ripreso i miei allenamenti in mountain-bike, fino alla fine di gennaio '14, periodo in cui quel problema si è manifestato nella sua forma effettiva.

A seguito di un intenso allenamento sui rulli per la bici, dopo aver effettuato la doccia, ho iniziato ad accusare delle sensazioni spiacevoli nel momento in cui mi sedevo, sensazioni che, progressivamente, sono andate sempre più peggiorando, portandomi alla quasi impossibilità di svolgere le normali attività quotidiane, effettuate seduto. Tale condizione, rapidamente mi ha portato alla impossibilità di effettuare quello che facevo quotidianamente, dallo sport all'attività lavorativa, creandomi non poche problematiche anche di tipo psicologico.

Quindi dopo aver effettuato esami clinici e diagnostici che, purtroppo, non hanno evidenziato problemi evidenti, è maturata la conclusione che la mia patologia potesse essere la conseguenza di una coccigodinia associata ad un intenso stress della zona sacro coccigea e forse ad una violenta caduta, passata inosservata, dell'età giovanile.

Dopo essermi rivolto a vari chiropratici della mia zona, che non avevano, purtroppo, conoscenze terapeutiche sufficienti per la mia problematica, acquisendo informazioni dal sito:

Clinic Sayer del Dr. Durtnall, di Londra (vedere l'elenco dei medici e altri specialisti), ho deciso di affrontare il viaggio dall'Italia e fissare un consulto presso il suo studio in Inghilterra.

Quindi ad Aprile 2014 ho effettuato la prima visita e rx colonna e pianificato un minimo di sei appuntamenti, ciascuno con una seduta di terapia chiropratica seguita da una seduta di fisioterapia, per un numero di 3-4 giorni al mese.

I risultati sono stati notevoli, poiché in breve tempo, gran parte dei miei disturbi sono rientrati.

Ad oggi, il fastidio non completamente eliminato, è totalmente gestibile senza l'ausilio di alcun farmaco e posso nuovamente sedermi su tutte le superfici, senza fastidi condizionanti.

Sto già pianificando, per il 2017, un ulteriore ciclo al fine di avere una remissione completa della sintomatologia, per il ritorno in mountain-bike.

Grazie Dr. Durtnall.

Che cosa è la coccidinia? | Indagini e diagnosi | Terapie | Trovare un medico o uno specialista

Pubblicazioni scientifiche | Esperienze personali